28 ottobre 2014

La meta adesso è più vicina

La settimana appena trascorsa è stata decisiva per quello che potevano essere incertezze, dubbi, paure nell'affrontare l'impegno MARATONA. Credo a questo punto della preparazione che la meta adesso è alla mia portata, con le ripetute di mercoledì e con il secondo lungo da 36 km, le change di ben figurare ci sono tutte.
In dettagli le sedute specifiche:

4km R +
Stretching + Allunghi

7x2000m 3’30’’ rec 30’ + 1km D
 6’57’’29 - 35’’16
6’53’’90 - 39’’56
6’55’’40 - 31’’19
6’56’’47 - 31’’28
6’57’’34 - 31’’11
6’56’’34 - 31’’10
6’48’’05
Tot 14km 51’49’’


36km Fondo Lungo
10km 39’47’’79
10km 38’31’’62
10km 38’13’’54
6km   22’10’’95
36km 2h18’55’’
Media 3’51’’5

A presto


22 ottobre 2014

10 giorni trascorsi....

dall'ultimo post, 10 giorni intensi tra allenamento, gare e un clima assurdo che non certo mi ha aiutato.
Queste se sedute più specifiche:
  • Sabato 11 Ottobre ho corso il lungo di 36 km, su un percorso diverso dal solito che ricordavo lontanamente visto che l'ultima volta che ci ho corso risaliva al 2005!!. Tutto sommato un ottimo lungo stimolato dal compagno di squadra Antonio Giardiello in preparazione per Newyork.Questo il dettaglio:
10km 40’14’’16
10km 39’18’’23
10km 38’28’’19
6km   23’03’’27
36km 2h21’03’’
Media 3’55’’
  • Domenica 12 Ottobre gara di 10 km corsa ad Avellino con Nicola Negrone in 37'40'' per il PB.
10km 37’39’’
3’45’’54-3’33’’60
3’50’’34-3’45’’34
3’41’’92-3’51’’05
3’37’’34-3’48’’35
3’54’’61-3’52’’84
  • Mercoledi 15 Ottobre allenamento specifico 
3x4000m 3’30’’
rec 1’
14’07’’ - 1’01’’
14’03 - 58’’
13’56’’
Tot 12km 44’06’’
  • Domenica 19 Ottobre Mezza di Salerno sotto un caldo bestiale 1h17'42''

Andiamo avanti

10 ottobre 2014

L'insostenibile leggerezza dell'essere........

4km R +
Stretching + Allunghi

13x1000m 3’30’’ rec 30’ + 1km D

3’30’’71 - 28’’96
3’31’’41 - 30’’56
3’29’’74 – 39’’49
3’28’’73 – 30’’78
3’29’’47 - 29’’71
3’29’’03 - 30’’10
3’25’’75 – 30’’56
3’27’’53 – 29’’86
3’27’’66 – 29’’86
3’25’’72 – 29’’22
3’24’’79 – 29’’97
3’22’’24 – 30’’05

3’23’’62


09 ottobre 2014

Ricordarsi che ci sono anche le gare


Non sono un assiduo frequentatore di gare domenicali, programmo in base al periodo e alla stato di forma e così facendo riesco ad avere subito riscontri positivi quando torno alle competizioni che contano.
Mancavo dalle competizioni da Giugno fatta eccezione per un 5000m in Pista a Settembre e i 10km dei Campionati Italiani su Strada di Isernia.
Domenica è stata la volta della Pantano Half Marathon (Pz), mezza giunta alla VII Edizione organizzata intorno al lago Pantano Riserva Naturale OASI WWF e la scelta di gareggiare dopo una settimana non proprio idilliaca si è rilevata sotto molti aspetti positiva.
Alla vigilia non avrei scommesso neanche un centesimo sulla mia prestazione cronometrica ma 1h13'52'' mi soddisfa ampiamente su un percorso non proprio facile e con la condizione certamente non al massimo perché gli OBIETTIVI AUTUNNALI sono altri.
L'ottima compagnia del presidente Carpenito Pietro di Antonio Giardiello e Angelo Carpenito a completare la lunga giornata in LUCANIA.
Continuo per la mia strada convinto delle mie teorie e delle mie possibilità "fisiche" e risultati mi danno ragione.
Una collezione di foto ringraziando i fotografi e l'organizzazione della Manifestazione per l'ospitalità.











27 settembre 2014

Quel tredici Gennaio del duemilaeuno..........

Ricordi bei ricordi, non si possono dimenticare anzi non si devono dimenticare, grazie a Davide Daccò (pettorale 273) amico e all'epoca compagno di squadra nella mitica e blasonata società RICCARDI dello stimato e caro presidente Renato Tammaro che mi accolse in squadra da sconosciuto facendomi vivere per sette lunghi anni l'ATLETICA con la A maiuscola, l'atletica che aveva da cornice l'Arena Civica di Milano. 
Grazie Davide per questa foto che mi ritrae dietro l'atleta con la maglia gialla, i ricordi riaffiorano come se fossero ieri ma parliamo di 14 anni fa esattamente il 13 Gennaio 2001 "Campionati Regionali di Cross a Squadra" a Casalmaggiore (CR) che ci aprirono le porte per i Campionati Italiani di Cross a Squadra che si svolsero nello splendida cornice della Reggia di Caserta.
Ricordo bene quel giorno, come ricordo bene anche la vigilia e i giorni precedenti tra freddo acqua e neve. Non era in programma quel Cross anche perchè si trattava del Cross Corto (4 km) per me troppo breve e veloce, il giorno prima una chiamata del presidente mi convinse ad andare con la prospettiva di correre a metà marzo gli italiani nella Reggia di Caserta che significava per me un ritorno quasi a casa.
La mattina della gara partenza molto presto da Milano, raggiungere Casalmaggiore quasi 3 ore di macchina ed arrivare con un pò anticipo significava sgranchirsi le gambe prima di affrontare la gara. Ricordo anche che a Milano quella domenica era giornata ecologica e quindi bisognava uscire presto per evitare il blocco e soprattutto non prendere multe! cosa che avvenne al ritorno purtroppo.
L'appuntamento era in zona San Siro con Davide che sarebbe passato con la sua macchina una Ford Focus, un clima freddo temperature molto vicine allo zero ci fa compagnia, insomma classico clima milanese.
Il viaggio inizia e l'argomento chiaramente era la corsa, su quello che erano stati gli allenamenti fatti, sull'esito della gara e sulla possibilità di correre gli italiani di CROSS, l'itinerario prevedeva di percorrere la A1 fino a Bologna per poi prendere una statale che ci avrebbe portato a destinazione.
Il viaggio fila via liscio e tra fermate intermedie e chiacchiere varie alle 10 e 30 circa siamo a destinazione.
Molti sono già li sul percorso, ci accoglie una giornata freddissima ma soleggiata, la sorpresa era la neve caduta nella settimana precedente ma ancora presente e corposa a rendere l'impegno ancora più duro su un percorso classico per correre una campestre molto lineare con qualche breve salitina.
Bisognava attendere circa 2 ore se non ricordo male la nostra partenza era alle 13 e quindi c'era tutto il tempo necessario per rilassarsi, prendere confidenza con il percorso e il clima.
Dopo un fugace caffè e il prendere nota del chiosco con panini e salsicce, l'attesa lascia subito il posto alla gara che dura un attimo per me, tredici minuti abbondanti per chiudere quei 4 km tutti di un fiato.
Non ricordo il piazzamento individuale  ma ricordo che bastò il risultato di squadra per partecipare agli italiani di Cross..
Dopo esserci cambiati e rifocillati con panino e salciccia + birra, la strada del ritorno ci separata da casa, 3 ore di macchina per continuare sugli argomenti lasciati in sospeso all'andata, l'arrivo a Milano, la fermata in Piazzale Lotto, la multa da parte dei ghisa! insomma tutto in quel "Tredici Gennaio del duemilaeuno".





15 settembre 2014

Ultimo Titolo Regionale Master40 sui 5000m....

Ho chiuso l'anno in pista con un Titolo Regionale Master40 sui 5000m con il tempo di 16'21''.
Sarà anche l'ultimo titolo in questa categoria, l'anno prossimo ahimè si passerà alla prossima e ne vedremo delle belle!!
Molti preferiscono la strada, ma per me è quasi un veto partecipare alle gare in pista, quest'anno ben 10 le gare disputate sul tartan.
Ieri bellissima gara, tirata fino all'ultimo metro ne sa qualcosa il mio amico-po...dista Alfonso Ruocco forse non abituato alla pista ma come sempre forte e degno avversario.
E' stato comunque un fine settimana ottimo per i miei puledri che pian piano iniziano a capire il reale valore di intendere l'atletica e le prestazioni personali cronometriche sono il degno risultato.
Nicola Negrone (ho puntato molti soldini su di lui!) quasi neofita atleticamente parlando ha portato i suoi personale a:
1500m 4'58''2 - 3000m 10'37''9 - 5000m 18'36''4
Ciro del Sorbo una scommessa per me, sta scoprendo adesso cosa significa correre per lui un 1500m 5'36''2 - 3000m 11'58''1 - 5000m 20'47''3
Dino De Renzi capace di vincere due titolo Regionali nei 400h e negli 800m e di arrivare secondo nei 1500, incidenti di percorso lo hanno frenato decisamente può far meglio.
Una cara dedica di un pronto rientro all'amico Francesco del Sorbo fermo (ancora per poco) ai box ma capace con la sua presenza di rendere l'ambiente carico a mille. P.S. per i titoli regionali non preoccuparti l'anno prossimo toccherà a te.

Appuntamento per la pista quindi al prossimo anno, noi come sempre ci saremo.

07 settembre 2014

Quei lunghi trentadue chilometri di razionalità e .....

E pensare che doveva essere semplice, ma nella corsa nulla è semplice...
Devo ricredermi e accettare le mie condizioni non buone, ho cantato troppo presto vittoria di aver risolto i miei problemi muscolari ritornati a pungere più di prima rendendo la mia corsa un ciondolare continuo.
Nella corsa sono abituato a vedere il bicchiere sempre mezzo pieno, dedizione,sacrifico e impegno nessuno può negarmele, il resto si spera vada tutto liscio ma non sempre è così.
Centoventisette minuti per coprire i 32 km, modestamente parlando un buon lungo dal punto di vista cronometrico, il resto è buio.
Ho usato tutta la mia razionalità per raggiungere l'obiettivo alla fine ottenuto con enorme sacrificio.
Promosso con riserva se posso darmi un giudizio che, al momento non è definitivo visto che manca molto per l'evento finale.
Ho ancora tempo per risanare la situazione anche se sta diventando quasi un incubo.
Per il momento lasciamoci così, oggi è andata, domani sarà un altro giorno, la corsa sarà ad attendermi, io risponderò presente.
Alla prossima

04 settembre 2014

La motrice dai "Capelli lunghi"

Mezza maratona di Pisa Dicembre 2011
Racconto di "Albechecorre"

LA GARA
Via si parte a mani avanti e stando attenti a non cadere, cerco il ritmo ma tra i continui saliscendi del Lungo Arno non è facile regolarsi e passo al primo mille in 3.38 ..bene, più o meno ci siamo!
La situazione è un po’ confusa supero e vengo superato finchè non mi accorgo che poco davanti a me si è formato un gruppetto, quindi allungo un po’ senza esagerare e mi ci attacco poco prima del km 2 ..7.10 il passaggio!
La motrice del trenino ha dei lunghi capelli al vento ed anche una facilità di corsa impressionante!
..mentre puntiamo verso il mare si viaggia a cavallo dei 3.30 al km!!! ..So che è troppo per me, ma rischio e rimango attaccato al treno!
Attacca deciso le salitelle e si distende bene in discesa e ogni tanto si gira per cercare il cambio e quando viene il mio turno mi ci lascia per un km circa ..ma sono lento per lui e quando se ne accorge riprende subito l’iniziativa e il cambio si sente e come! ..ora si viaggia sotto i 3.30 al km!
Il km10 è posto in cima al cavalcavia dell’autostrada Azzurra e qui un giovane ragazzo che viene da dietro spezza gli equilibri, cambia passo e si porta con se la nostra motrice..
Abbiamo perso dei pezzi per strada ed ora siamo rimasti in 4 ..e la motrice sono io!
Così il ritmo sale di 4/5 sec al km mentre verso il km 13 salutiamo il forte maratoneta che aveva preso il nostro treno e puntiamo di nuovo verso la Torre..
I km si fanno sempre più duri ed è una vera fortuna trovare al km 15 un speakers telecronista che annuncia a noi e alla gente in Piazza dei Miracoli che stanno passando gli atleti che sono a ridosso della decima posizione assoluta, perché per me è benzina super!
Sul lungo rettilineo che ci riporta alla periferia di Pisa forzo l’andatura e anche se il ritmo lo reggo ancora intuisco che la corsa ora non è per niente fluida.
Perdo subito tutti i vagoncini, raggiungo e supero ancora un ragazzo che si attacca al volo ..e mi corregge anche quando scambio una banda musicale per il ristoro posto al km 19! eheh roba da matti!
Al km 20 guardo il crono senza schiacciare e vedo 3 soldatini in fila però il mio cervello non riesce a focalizzare i secondi che si rincorrono subito dopo, ma con un’attimo di lucidità realizzo che se va bene posso stare sotto i 15’..
Parto come fosse una volata e al mio “Daiiii” il ragazzo che era con me risponde con un “Daii una seaaa!” dev’essere stato un toscanaccio! Eheh
Di quell’ultimo km ricordo la Torre, tanta gente e tanti "Dai", "Forza"," E' fatta".. entro in Piazza dei Miracoli all’altezza della Torre e giro a sx in direzione del Battistero dove il display è ancora sull’1e14!
Spingo a tutta e non vedo più niente finchè lo speaker annuncia il mio arrivo con nome e cognome e vedo nel timer stampato 1:14:47 ..è fatta!
Non ci credo, il mio crono viaggia ancora quando dopo l'arrivo vengo placcato da un omone grosso, per farmi raggiungere dalla ragazza che mi rincorreva con una medaglia in mano e devo attendere l’arrivo del ragazzo dopo di me per chiedere conferma!
Ritrovo la motrice dai lunghi capelli che poi ha chiuso in 1e13 e lo ringrazio, perché senza di lui non sarebbe successo niente di tutto questo.
Grazie a te Albe

Un'apnea di 30"

8x1000m 3'30" rec 30"3'27"30 - 30"34
3'25"53 - 30"53
3'25"63 - 30"12
3'23"59 - 29"09
3'23"93 - 29"36
3'26"11 - 29"84
3'23"43 - 29"48
3'20"92

25 agosto 2014

L'obiettivo desiderato

La giornata di sabato era iniziata non molto positiva, un caldo strano ed una umidità fuori dal normale annunciavano che la speranza di correre in condizioni "umane" era praticamente nulla.... poi l'inconveniente di rimanere "a terra" con la macchina (batteria scarica) aveva reso la mattinata alquanto nervosa riducendo, le energie (già poche) a disposizione, al lumicino.
Non nego che, mi era passato per la mente la volontà di prendermi un giorno di riposo, ma alcune volte sento forte il desiderio di raggiungere un obiettivo... e sabato l'obiettivo era correre, non sapevo quando e per quanto tempo lo avrei fatto ma la giornata (serata) era ancora lunga prima del definitivo verdetto.
Nel pomeriggio la situazione migliorava leggermente, nuvole minacciose e qualche scroscio d'acqua corsero 
in aiuto alla mia causa lasciandomi buone speranze.
Si è proprio così la "speranza è l'ultima a morire", alle 19:15 finalmente sono su strada, l'obiettivo era raggiunto ossia correre, per quanto tempo lo avrei deciso durante il "viaggio", l'incognita era la tarda ora ma ormai non contava più nulla, spesso d'inverno mi alleno nel buio! forse il dubbio erano le mie gambe e quanto avrebbero reso.
Nessun chilometraggio stabilito a tavolino, ma solo il desiderio di correre e quindi pronti via; solito percorso collaudato in molti allenamenti, l'inizio non è poi malvagio 4'30'' il primo km, ma già al terzo (4'15'') mi rendo conto che la serata può essere positiva.
Con facilità riesco a mantenere questo ritmo fino all'ottavo km passaggio in 34'40'', il percorso non è facile abbastanza ondulato, con l'idea di correre i successivi 8 km a 4' visto il ritorno più agevole.
Il ritmo inizia ad essere buono e mi accorgo di correre a 4' al km con molto facilità e allora decido di prolungare l'uscita aggiungendo altri 8 km a 3'50''.
L'allenamento inizia ad essere interessante, la notte prende il sopravvento, i km iniziano a contare... il crono finale mi premia 24km 1h37'13''.

22 agosto 2014

Il medio di 16km con passaggi ogni 400m

Mercoledì è stata la volta del Medio, che inizia ad essere interessante sia in termini di volume 16km che di qualità media finale è stata di 3'46''.
E' passato esattamente un mese dall'inizio della preparazione con l'obiettivo dichiarato di chiudere una maratona a novembre in un discreto tempo. Tutto sommato un periodo abbastanza positivo fatta eccezione per i soliti problemini fisici che mi porto dietro con cui devo conviverci al momento, nella speranza di poterli risolvere in prossimità dell'impegno.
Per il momento si va avanti:

3km R + Stretching + Allunghi +

16km Medio
1’30’’75-1’34’’65
1’31’’46-1’31’’80
1’31’’44-1’32’’03
1’30’’73-1’32’’28
1’32’’12-1’31’’85
1’30’’25-1’30’’59
1’31’’71-1’30’’62
1’30’’03-1’30’’75
1’30’’81-1’30’’24
1’30’’61-1’29’’72
1’29’’61-1’29’’62
1’30’’61-1’30’’34
1’30’’61-1’30’’53
1’30’’41-1’30’’73
1’30’’02-1’29’’34
1’29’’61-1’29’’84
1’29’’16-1’29’’55
1’29’’94-1’28’’43
1’28’’37-1’29’’78
1’30’’78-1’27’’53
Tot 16km 1h19’’

18 agosto 2014

Mai mollare!

E' difficile spiegare quando in un giorno di buio mentale e fisico si riesce a completare una discreta seduta di allenamento. Qualsiasi ritmo può diventare un muro insormontabile se a vincere è l'impotenza nel non provarci e allora MAI MOLLARE.

Sabato:
4km R + Stretching + Allunghi +

4x2000m 3’30’’ rec 1000m 4’10’’

7’04’’-4’05’’
7’-4’10’’
7’01’’-3’56’’
6’51’’-4’04’’

Tot 12km 44’15’’

14 agosto 2014

Si viaggia verso la meta.....

La maratona si prepara anche in pista, ci vogliono testa, gambe, cuore e pal...

4km R +
Stretching + Allunghi

6x1000m 3’30’’ rec 1000m 4’10’’ + 1km D

3’27’’83-4’08’’78
3’24’’69-4’09’’53
3’27’’81-4’04’’42
3’27’’91-4’03’’24
3’29’’23-4’02’’73
3’26’’84-3’57’’48
Tot 12km 45’10’’

11 agosto 2014

L'allenamento fondamentale: IL MEDIO

Proseguo per il mio cammino, sarà un cammino non facile perchè non è semplice o meglio sta diventando "difficile" per me negli ultimi anni, finalizzare una maratona come vorrei.
E' da molti anni che soffro della sindrome degli ischio crurali e per i non addetti ai lavori significa correre continuamente con un dolore persistente nell'intersezione tra il gluteo e il bicipite femorale.
La maratona per via del carico dei km ovviamente accentua l'infiammazione e questo non fa altro che peggiorare la situazione, per il momento vado avanti, l'obiettivo è ancora lontanissimo ma di certo userò tutta la mia esperienza, anche questa volta, per centrale il prestigioso traguardo di una MARATONA.

Venerdì scorso un buon Medio:

3km R + Stretching + Allunghi +

14km Medio
3’48’’78-3’50’’29
3’49’’84-3’49’’34
3’49’’13-3’49’’38
3’47’’72-3’47’’87
3’46’’71-3’47’’80
3’47’’34-3’48’’49
3’45’’21-3’34’’40
Tot 14km 53’02’’ Media 3'47''

07 agosto 2014

Serie=Distanza=Tempo=Media <==> 14+14=11200=41'48''=3'44''

3km R +Stretching + Allunghi +

14x400m 1’24’’ rec 400m 1’40’’

1’23’’02-1’38’’29
1’23’’59-1’37’’15
1’23’’66-1’36’’72
1’24’’54-1’35’’90
1’23’’93-1’35’’71
1’23’’67-1’37’’78
1’24’’65-1’35’’78
1’24’’28-1’34’’80
1’24’’28-1’35’’48
1’23’’65-1’34’’84
1’24’’34-1’33’’97
1’22’’30-1’35’’30
1’22’’60-1’34’’41
1’23’’61-1’30’’17
Tot 11,2km 41’48’’

05 agosto 2014

Dedicato al mio caro amico Francesco Del Sorbo

Basta poco per essere un GRANDE uomo...
Al caro amico FRANCO DEL SORBO
Isernia Campionati Italiani di Corsa su Strada noi c'eravamo.....



Isernia: 10km Campionati Italiani di Corsa su Strada


E' pur sempre un Campionato Italiano.....
La data del 2 Agosto scelta dalla federazione non era propria il massimo visto la mia condizione fisica appesantita da una preparazione mirata ai prossimi obiettivi autunnali.
L'occasione però era di quelle da non perdere Isernia dista 1h20' da casa e poi la partenza alle 22:00 hanno contribuito affinchè io fossi presente insieme alla mia squadra e ad alcuni amici giunti da Crotone per l'occasione.
Percorso molto tecnico, un anello di 2 km da ripetere cinque volte con un giro di boa posto all'inizio del tratto più impegnativo, una salita di 250-300 m circa da affrontare nella parte finale di ogni giro che ha fatto la selezione rendendo la gara molto dura con il passar dei minuti complice anche un tasso di umidità alla stelle.
Circa 200 gli atleti alla partenza, è che atleti scorrendo la lista dei partenti, l'elite che al momento l'Italia può offrire era presente sabato, con Andrea Lalli molisano doc a ben figurare vincitore del titolo italiano e prossimo degno rappresentante italiano ai prossimi Campionati Europei di Zurigo.
Discreta la mia gara non potevo e non volevo strafare visto anche il percorso e quindi come normalmente mi capita la regolarità nel ritmo mi ha permesso di chiudere i 10 km in 35'14'' in recupero su chi ha osato nella prima parte, 94° posto dopo essere praticamente partito dal fondo.



30 luglio 2014

Per non perdere il filo....

3km R + Stretching +Allunghi +
5x1000m 3’30’’ rec 1000m 4’10’’ + 1km D

3’30’’15-4’06’’79
3’30’’37-4’02’’34
3’29’’42-4’01’’15
3’29’’07-3’56’’60
3’28’’82-3’53’’69
Tot 10km 37’28’’

28 luglio 2014

Adagio adagio....verso la maratona che verrà

Ebbene si adesso è ufficiale, l'obiettivo principale dell'autunno prossimo è stato fissato, sarà una maratona estera. Colgo l'occasione per ringraziare le persone a me care che mi hanno permesso di affrontare questa nuova esperienza.
La preparazione seppur tranquilla continua, in attesa della palestra di stasera, oggi a pranzo:

3km R + stretching + allunghi +

3 serie (80Skip + 50 Calciate + 30 Balzi ginocchia bloccate + 20 balzi alternati + 10 balzi a rane + 30skip-calciate + 15 affondi + 30 pinocchietti) +

10km in leggera progressione 40'56'' Media 4'05''5
4'24''65-4'21''81-4'19''49-4'12''53-4'09''24-4'04''72-4'00''03-3'53''49-3'48''77-3'41''59

20... km e non di resto

Quasi da non crederci all'allenarsi alle 13 il 26 luglio ma l'estate è cosi quest'anno e per noi runners va anche bene visto gli orari assurdi che siamo costretti a fare soprattutto nel periodo estivo. Con l'aiuto di Nicola Negrone questa volta solo morale ma assistenza tecnica importante 20km 1h27'10" (44'31"-42'40") portati a termine nonostante il potenziamento di ieri sera e il progressivo di pranzo.

25 luglio 2014

Progressivo.... per progredire nel tempo che verrà....

3km R + 9km Progressivo (3km 4'10'' - 3km 3'50'' - 3km 3'30'')
Progressione finale 12'20'' - 11'30'' - 10'43'' Tot 34'33''


Così così soprattutto gli ultimi 3000m probabilmente progressione "troppo violenta" ma.... al momento questa è la condizione... provvederò ad ammorbidirlo nella prossima puntata!

P.S. Forse è meglio fare l'allenatore a pagamento, se qualcuno deve alimentare polemiche o farmi incazzare, prego farsi da parte GRAZIE.

24 luglio 2014

Lo stato di Work in Progress

continua nell'attesa delle gare autunnali. Il clima lo permette ancora e allora perché attendere la sera...
Oggi brodino tiepido.....
16km (18'39''-17'54''-17'31''-16'56'') 1h11' media 4'26''

Eh già... sono ancora qua...

Lavoro alternato o l'alternativa......

Questa la mia scelta fatta in pausa pranzo in pista al campo Coni di Avellino":

3km R + stretching + Allunghi + 10x400m 1'24'' rec 400m 1'40''.

Il riepilogo:
1’22’’71-1’37’’46 

1’25’’16-1’36’’91
1’24’’93-1’36’’97
1’23’’18-1’36’’17
1’23’’05-1’37’’03
1’22’’80-1’36’’03
1’21’’63-1’36’’52
1’21’’50-1’35’’31
1’21’’90-1’35’’22
1’21’’34-1’30’’76
 
Tot 8km 29’46’’ Media 3'43''

23 luglio 2014

16 lunghi mesi....

eh già sono ancora qua.....dall'ultimo mio post sono passati 16 lunghi mesi, mesi che sono andati via velocemente più veloci di una "Maratona".
E.. adesso sono ancora qua, semplicemente una (lunga) pausa di riflessione, ma atleticamente parlando sono stato mesi molto intensi con alti e bassi com'è nel mio DNA, ma con la passione che non è scemata minimamente nonostante gli "anni".....
Di gare ce ne sono state e anche molte, vorrei citare la mia prima partecipazione ai World Masters Games la più importante manifestazione sportiva mondiale master che si sono svolti a Torino ad agosto 2013 con ahimè 2 quarti posti nella mezza maratona e nei 5000m ed un quinto nei 10km,
passando poi con la nuova esperienza alla Maratona di Francoforte ad ottobre con condizioni meteo al limite e la nuova esperienza alla Maratona di Valencia a Novembre entrambe chiuse in 2h40' nonostante i problemi fisici di quel periodo.
Un 2014 iniziato non bene con uno strappo abbastanza grave al bicipite femorale ma recuperato poi alla grande ed una primavera dove ho colto un importantissimo II posto MM40 alla STRAMILANO con il tempo di 1h14'07'', migliorato poi alla Mezza di Agropoli in 1h13'27''.
Otto le gare in pista fatte nel 2014, questi i migliori crono:
10000m 33'50'' - 5000m 16'11 - 3000m 9'22'' - 1500m 4'26''
E.. sono ancora qua, perché semplicemente avevo il desiderio di raccontare, di condividere, nuove emozioni, nuovi programmi, nuove esperienze che per questa seconda parte del 2014 fino alla primavera del 2015 ho in mente di fare.
Ancora nulla è di definitivo ma ripartendo da queste poche righe, ho riacceso la fiammella
 
A presto
GB

15 aprile 2013

Aspettando il 10.000m...........

Dopo 2 anni ritorno a correre un 10.000m.
L'occasione è data dai "Campionari Regionali su Pista a Squadre" previsti per sabato 20 Aprile uno dei pochi 10.000m rimasti in circolo nei calendari FIDAL se si escude ovviamente quello valido come Campionato Italiano Assoluto.
Non era in programma ma l'occasione è ghiotta per non provarci, riassaporare il gusto di correre sul tartan a due passi da casa Campo CONI di Avellino.
Per l'occasione rispolvererò le mitiche scarpe chiodate, certamente non sarà facile soprattutto perchè la pista ormai non mi vede più come assiduo frequentatore, chi vuole correre forte in pista deve allenarsi in pista non ci sono alternative.
Mi servirà soprattutto come test in vista della Mezza Maratona di Agropoli del 28 Aprile dove cercherò di correre intorno all'1h12'40'' caldo permettendo.
Dopo la gara a staffetta nella Maratona di Milano, in questa settimana appena trascorsa ho cercato di inserire un paio di sedute specifiche e tutto sommato sono andate discretamente:

Mercoledi
3x3000m rec 3' S
(10'04''-9'58''-9'48'')
Sabato2x1500m (5' - 4'57'') rec 2' S +
1x6000m 20'07'' (3'24''-3'23''-3'20''-3'22''-3'22''-3'16'') rec 3'30'' S
5x300m (54''-56''-56''-55''-57'') rec 40'' S

Adesso non mi resto che attendere...... PISTA

GB

09 aprile 2013

Maratona di Milano a Staffetta: "DELOITTE AS ONE"


2h51'16'' 24-imo Posto su oltre 2000 staffette, una bella esperienza (mi mancava), un buon allenamento 13,2km in 45'20''. Grazie anche ai colleghi Fabrizio Cavalli, Ernesto Lanzillo e Riccardo Motta per aver dato il massimo contributo agonistico che ci ha permesso di ottenere un ottimo risultato finale.
Appuntamento all'anno prossimo.

GB

26 marzo 2013

Stramilano una sfida vinta!

 


Domenica è stata la volta della "STRAMILANO" la mezza per antonomasia, la mezza dal suo fascino (forse una volta), la mezza come ambizione, la mezza che un corridore non può non correre. Non ci sono giustificazioni o altro per non correrla, pregi e difetti vanno accettati (l'organizzazione forse meno).
Noi del mondo della corsa accettiamo ogni tipo di sfida forse quella di domenica al limite, ma la nostra passione va al di fuori di ogni rinuncia specialmente dopo aver affrontato un viaggio di 850km, il giorno prima.
Crederci fino in fondo, chiudere gli occhi e lasciare che sia la mente a portarci, a correre molto più velocemente del nostro risultato cronometrico finale, ad anticiparci quello che da qui a poco sarebbe stato l'esito di una sfida, una sfida quella della STRAMILANO vinta! 1h13'22'' 47° Assoluto e 3° Posto MM40.

GB
   







12 marzo 2013

Che bella Stresa arrivando a Pallanza....


Una settimana tribolata quella appena trascorsa, dal dolore alla bocca dello stomaco (non ancora scomparso definitivamente), al dolore alla spalla destra tale da rendermi quasi inerme dal lato destro. Ovviamente tutto ciò ha influito sugli allenamenti della settimana, non poteva essere diversamente, da mercoledì praticamente fermo fino a domenica mattina, allorché complice una trasferta a Milano per lavoro “last minute”, mi ha catapultato al nord esattamene a Torino dal mio amico Pasquale il sabato.
Il passo poi è stato breve, avendo lui programmato la partecipazione alla mezza del lago Maggiore non potevo perdere l’occasione di correrla anch’io anche se onestamente le mie condizioni fisiche e mentali non erano tali da affrontare l’impegno di una mezza maratona.
Volevo comunque esserci ed alla fine ho fatto la scelta giusta, un percorso molto suggestivo con la partenza da Stresa ed arrivo a Pallanza accompagnato dalla splendida giornata di sole. Per me questa gara ha rappresentato il ritorno agli allenamenti dopo 4 giorni out, semplicemente una gara di passaggio.
Ho corso a sensazioni senza guardare i tempi a km (solo il primo ho guardato), l’obiettivo era quello di correre cercando di tenero un passo buono senza soffrire più di tanto cercando allo stesso tempo di avere sensazioni positive.
Non è stato facile, il percorso era molto tecnico con continui sali e scendi e con un leggero vento contrario, poi lo stop di 4 giorni si è fatto sentire soprattutto nei primi 6-7km dove ho fatto veramente fatica a trovare un ritmo. Però ho corso con molta intelligenza perché ho mollato subito il gruppo con cui ero all’inizio per affrontare con calma il percorso cercando di spendere il meno possibile, per poi rientrare su di loro verso metà gara.
La seconda parte soprattutto dal 12km in poi è stata un po’ dura perché il percorso era in continua salita ed essendo rimasto da solo la voglia di spingere era ancora meno, poi però sono stato raggiunto da un atleta che ha rilanciato il ritmo ridandomi nuovi stimoli che mi hanno permesso di chiudere in progressione la gara.
1h15’22’’ il tempo finale, per una classifica che dice 22° assoluto e 1° MM40 niente male per chi doveva passare un weekend di riposo a casa ma che si è ritrovato catapultato a 1200km di distanza in quel di “Stresa arrivando a Pallanza”…

08 marzo 2013

A volte.....


gareggiare o meglio correre una gara competitiva, dovrebbe essere più semplice rispetto ad un allenamento di qualità programmato.
Esistono però delle eccezioni che non confermano la regola, ma che a volte ti fanno riflettere su come una gara possa incidere negativamente su condizione, sensazione e voglia di correre.
Ammesso che correre con il vento è stato sempre per me difficile nel senso che "odio correre con il vento", ma Domenica scorsa è stata per me un incubo chiudere una gara di 10km.
Troppo nervorso io, il percorso, il vento, forse anzi togliamo il forse sarebbe stato meglio starsene nel letto anzichè alzarsi alle 6:15.
Questo però è il bello della corsa perchè nulla è scontato, nulla è stabilito a tavolino e bisogna guadagnarsela in ogni caso la "pagnotta". Rassegnarsi e ricredersi, riflettere e ripartire lasciando una scia che velocemente scompare quando il prossimo obiettivo si avvicina.
 
GB

25 febbraio 2013

Settimana di transizione con campestre finale


Una settimana quella appena trascorsa non proprio nei "canoni" delle settimane tipo che hanno caratterizzato questi 2 mesi di preparazione.
Complice la trasferta di Milano, 4 giorni intensi da lunedi a giovedi e il tempo non proprio clemente, ho deciso per una settimana di scarico per recuperare un pò di energie rinfrancato anche dal risultato della mezza di domenica scorsa. Un pò di corsa lenta il lunedi, mentre il martedi seduta ridotta di palestra, mentre nei giorni successivi solo della corsa lenta alternata a giorni di completo riposo.
Da venerdì praticamente solo pioggia, e quindi una noia totale fatta eccezione per la campestre di ieri. In programma i "Campionati Regionali Assoluti a Squadre" di Cross Lungo (9,5km) a PAESTUM (SA) un' occasione per ritornare a correre un cross (era dal 2010) ma anche l'input per far "qualcosa" in questo fine settimana.
Le previsioni annunciavano pioggia e pioggia e stata accompagnata anche dal vento che dava molto fastidio. E' stata una gara molto impegnativa ma allenante, in campestre non sono un fulmine, non è la mia specialità ma adesso tutto fa brodo!!!

GB

18 febbraio 2013

La Giulietta e Romeo è andata: 1h14'20''



Decisamente un gran bel weekend a Verona condito dalla partecipazione alla mezza "GIULIETTA E ROMEO", una città, che sino a ieri avevo visto solo di passaggio, che merita di essere visitata.
1h14'20'' il tempo finale su di un percorso non proprio facile, in questo momento della preparazione e considerato che ero all'esordio stagionale sulla distanza va considerato un buon test.
Una gara corsa con un ritmo abbastanza omogeneo, fino al 4km in gruppo con altre 3 poi complice il pavè (non riesco proprio a correre!!) ho perso contatto con gli altri per poi rientrare in progressione intorno al 10km.
Nella seconda parte che praticamente era un secondo giro, non sono riuscito a cambiar ritmo al cambio degli altri (la qualità mi manca), anche perchè le gambe si sono un pò appesantite (il potenziamento in settimana si è fatto sentire!) e quindi ho corso da solo gli ultimi 5km riuscendo poi a recuperare su altri due atleti e chiudere in progressione gli ultimi 2km.
Col senno del poi se avessi saputo delle difficoltà del percorso, avrei evitato di potenziare e forse sarei stato più brillante ma va bene lo stesso, una bellissima esperienza, spettacolare anche il passaggio nell'Arena Civica.

Alla prossima
GB

14 febbraio 2013

Appuntamento a Domenica

Decisamente l'inverno sta lasciando i segni, una settimana infernale non solo per le condizioni climatiche vento, pioggia, neve che hanno condizionato molto gli allenamenti, ma anche per l'influenza che ho colpito tutti i componenti della famiglia me escluso, mi do ancora 36 ore, anche se il picco sembra passato.
Sono prossimo alla mezza di Verona e adesso ci tengo a correrla, osservando le classifiche degli anni precedenti la qualità (ai miei ritmi) non mancherà e quindi maggior stimolo a far bene consapevole dello stato della mia preparazione che certamente non mi permetterà di esprimermi al massimo.
Ritornando alla preparazione non mi sono certo risparmiato, ho posticipato l'allenamento di giovedi scorso (pioggia) al venerdi riuscendo a completare tutto quello che avevo in programma incluso i 10x400m rec 200m (Totale 21'54'' media 3'38'').
Sabato ho corso 1h sul tappeto suddividendoli in 3 step di 20' (4500m-5120m-5580m) per un totale di 15,200m.
Lunedi ho anticipato la palestra facendo il solito programma potenziamento + progressivo (40') e ieri 16km in 1h01'44'' con la seguente progressione:
4’14’’- 4’10’’-4’03’’-4’08’’-3’57’’-3’50’’-3’52’’-3’52’’-3’48’’-3’42-3’41’’-3’46’’-3’46’’-3’35’’-3’34’’-3’37’’

In questi ultimi giorni un pò di scarico in attesa di domenica si spera.

GB

07 febbraio 2013

Gli ultimi giorni di allenamento ..... aspettando Giulietta e Romeo

Prosegue la mia preparazione in visto del mio primo test ufficiale 2013 in una mezza.
L'appuntamento è ormai confermato (influenza permettendo) per Domenica 17 Febbraio a Verona (pettorale 3545) per verificare cosa di buono ho prodotto dal 18 Dicembre giorno di inizio della programmazione.
Sono stati giorni un pò tributali per via ovviamente delle condizioni meteo, ma non mi sono tirato indietro tranne domenica giornata "bestiale". Ecco in dettaglio gli ultimi giorni di allenamento:

Sabato:
3km R + stretching + 4x3000m rec 1km
1x1000m 4’07’’ - 1x3000m 10’26’’
1x1000m 4’08’’ - 1x3000m 10’23’’
1x1000m 4’09’’ - 1x3000m 10’18’’
1x1000m 4’06’’ - 1x3000m 10’12’’
Lunedi:
16km FL in leggera progressione 1h03'03'' (10km 40'15''- 6km 22'48'') media 3'56''
Martedi:
5km FL + Paslestra Potenziamento + 10km di progressivo 36'51'' (5km 18'59'' - 5km 17'32'')
Mercoledi:
14km FL 58'48'' media 4'12''

Oggi ho in programma la seduta di tencica di corsa (skip-calciata,pinocchiotto, saltelli ginocchia bloccate, balzi) + 8x150m sprint in salita + ...... vediamo cosa rimane nel serbatoio!! l'idea sarebbe un 10x400m rec 200m.

Ciao
GB

05 febbraio 2013

Il video dell'intervista dopo 6'09''


04 febbraio 2013

Mio fratello trionfa alla "Cinque Mulini"


Domenica si è svolto a San Vittore Olone (MI), l’81° Edizione del Cross dei Cinque Mulini, gara internazionale valevole quest’anno come prima prova del “Campionato Italiano Vigili del Fuoco”.
Da sempre è  considerata dagli addetti ai lavori una delle migliori campestri presenti nel panorama mondiale dell’atletica sia dal punto di visto tecnico che paesaggistico con il passaggio all’interno dei mulini ancora perfettamente funzionanti.
Per molti motivi, vincere la Cinque Mulini rappresenta quindi motivo di prestigio non solo per l’internazionalità della gara ma anche per la lunga storia che questa gara rappresenta.
Paolo Audia portacolori della A.S.D. K42 di Cosenza in forza al comando V.V.F.F. di Cosenza trionfa nella gara riservata al Campionato Italiano Vigili del Fuoco chiudendo i 6.450m del percorso in 22’54’’.
Una gara corsa in maniera intelligente dall’atleta, sempre sotto controllo, capace poi di allungare nella fase cruciale e giungere da solo al traguardo a braccia alzate con 13’’ di vantaggio sul secondo classificato e 21’’ sul terzo. Una gara che ha visto la partecipazione di 210 atleti in rappresentanza di tutti i comandi dei V.V.F.F. d’Italia.
Nonostante i carichi di lavoro che l’atleta sta sostenendo in questa prima parte della stagione, si apre quindi alla grande questa stagione per l’atleta sangiovannese, che ha affrontato l’impegno cercando di onorarlo al massimo.
Una vittoria inaspettata ma certamente meritata per l’atleta che finalmente sta raggiungendo la maturazione fisica e mentale necessaria per esprimersi al meglio ed ottenere risultati consoni al suo valore.

Grande soddisfazione per lui e anche per me.
Ciao